Off Canvas

 

Atto Costitutivo

Statuto

 

 

ATTO COSTITUTIVO DELL’ASSOCIAZIONE LOGOSINTESI ITALIA

 

L’anno 2016 (duemilasedici) il giorno 23 (ventitre) del mese di gennaio si sono riuniti i signori:

  • Fabio Pierotti nato a Lucca (LU) il 27/05/1971 e residente a San Leonardo in Treponzio (LU) (cap. 55012) in via delle Querce, n.1, C.F. PRTFBA71E27E715Q, cittadino italiano,

  • Virna Trivellato nata a Valenza (AL) il 13/03/1976 e residente a Piombino Dese (PD) in via dei Busi, 2/1 int. A, C.F. TRV VRN 76C53 L570Z, cittadina italiana,

  • Silvia Gibellini nata a Modena (MO) il 27/09/1962 e residente a Modena (MO) Fraz. San Damaso, strada Collegara n. 164, C.F. GBL SLV 62P67 F257I, cittadina italiana,

i quali convengono e stipulano quanto segue:

Articolo 1 - É costituita un’associazione culturale denominata “Associazione Logosintesi Italia”, in seguito denominata ALI.

Articolo 2 - ALI ha sede in Via Pesciatina, n. 91/A Fraz. Lunata, Comune di Capannori (LU)

Articolo 3 - L’Associazione è apolitica e senza fini di lucro, ha per oggetto attività di utilità sociale e culturale cosi come è definito dalla legge e pertanto svolgerà le sue attività a favore dei suoi associati o di terzi ai fini sopra menzionati con il pieno rispetto della libertà e dignità degli associati. L’Associazione culturale ALI si propone gli scopi indicati nello statuto all’articolo 3. L’Associazione organizzerà presso la propria sede sociale o presso qualsiasi altra sede (anche a distanza attraverso mezzi multimediali e internet) il Consiglio Direttivo reputi idonea allo scopo, iniziative in linea con quanto disposto dai precedenti commi potendo curare eventualmente anche gli aspetti logistico-amministrativi. Le iniziative potranno essere realizzate con l’intervento di esperti in materia, facenti parte dell’associazione od esterni. L’Associazione curerà la pubblicazione e diffusione, in proprio o a mezzo di terzi, di relazioni, comunicazioni periodiche, monografie, atti ed altro materiale esplicativo e/o didattico aventi in qualche modo attinenza con l’oggetto sociale. L’Associazione potrà espletare tutte le attività e le operazioni, anche mobiliari, immobiliari, finanziarie che riterrà opportune per il conseguimento dei suoi scopi, potrà stipulare polizze assicurative a contraenza, così come potrà iscriversi ad altri Enti o simili per qualsiasi adempimento, contributivo, assicurativo o altro e per i casi previsti dalle leggi. L’Associazione non potrà svolgere attività diverse da quelle sopra indicate ad eccezione di quelle connesse o di quelle accessorie a quelle statutarie, in quanto integrative delle stesse.

Articolo 4 - La durata dell’associazione è fissata al 31 dicembre 2065 e potrà essere tacitamente rinnovata.

Articolo 5 - L’associazione è retta oltre che dalle norme del presente contratto, anche da quelle contenute nello statuto sociale, che firmato dalle parti contraenti, viene allegato e diventa parte integrante del presente atto.

Articolo 6 – La quota di iscrizione degli associati qui costituenti la detta associazione viene determinata in Euro 80,00 (ottanta euro) ciascuno per il primo anno e dichiarano di averla versata. Il capitale pertanto ammonta a Euro 400,00 (quattrocento euro).

Articolo 7 - I Convenuti, nominano, ai sensi dello statuto sociale quali membri del primo Consiglio Direttivo per un quinquennio, i Signori: Fabio Pierotti Presidente, Virna Trivellato Vice Presidente - Segretario, Silvia Gibellini Tesoriere, Angelo Andrione Consigliere, Katia Bonomi Consigliere, che dichiarano di non avere clausole di ineleggibilità ed accettano le rispettive cariche.

Articolo 8 – Al momento si decide che la figura del Vice Presidente e del Segretario sia attribuita alla stessa persona.

Articolo 9 - Al momento si decide di non procedere alla nomina del Collegio dei Revisori dei Conti, che sarà successivamente nominato dall’assemblea dei soci.

Articolo 10 - Tutte le imposte e le tasse del presente atto e successive sono a carico dell’associazione.

 

Letto, approvato e sottoscritto in Lucca, 23/01/2016

 

 

 

 

 

ASSOCIAZIONE LOGOSINTESI® ITALIA

Statuto dell’Associazione

 

 

ART. 1 - COSTITUZIONE

ART. 2 - TITOLO E SEDI

ART. 3 - SCOPO E OGGETTO DELL’ASSOCIAZIONE

ART. 4 - STRUMENTI, COMPITI E AZIONI

4.1. Comunicazione

4.2. Sito web

4.3. Organizzazione e amministrazione

4.4. Chiusura esercizio

ART. 5 - COLLABORAZIONE CON ALTRE ASSOCIAZIONI

ART. 6 - CODICE ETICO E DEONTOLOGICO

ART. 7 - SVOLGIMENTO DELLE ATTIVITÀ

ART. 8 - SOCI DELL’ASSOCIAZIONE ALI

ART. 9 - DIRITTI E DOVERI DEI SOCI

ART. 10 QUOTA ASSOCIATIVA

ART. 11 - SOCI ONORARI

ART. 12 - AMMISSIONE, DIMISSIONI E ESCLUSIONE DEI SOCI

ART. 13 - DECADENZA DEI SOCI

ART. 14 - ORGANI SOCIALI

ART. 15 - L’ASSEMBLEA GENERALE DEI SOCI

ART. 16 - CONVOCAZIONE DELL’ASSEMBLEA GENERALE DEI SOCI (AGS)

ART. 17 - VALIDITÀ ASSEMBLEARE

ART. 18 - COMPETENZE DELL’ASSEMBLEA GENERALE DEI SOCI ORDINARIA

ART. 19 - COMPETENZE DELL’ASSEMBLEA GENERALE DEI SOCI STRAORDINARIA

ART. 20 - CONSIGLIO DIRETTIVO

ART. 21 - IL PRESIDENTE

ART. 22 - DELIBERE

ART. 23 - IL VICE-PRESIDENTE

ART. 24 - IL SEGRETARIO

ART. 25 - IL TESORIERE

ART. 26 – COMITATO DIDATTICO E SCIENTIFICO

ART. 27 - COLLEGIO NAZIONALE DEI PROBIVIRI

ART. 28 - ALTRE COMMISSIONI E GRUPPI DI PROGETTO

ART. 29 - CLAUSOLA COMPROMISSORIA

ART. 30 - PATRIMONIO E RACCOLTA FONDI

ART. 31 - ANNO SOCIALE

ART. 32 – BILANCIO DI ESERCIZIO

ART. 33 - MODIFICHE ALLO STATUTO

ART. 34 - DURATA DELL’ASSOCIAZIONE

ART. 35 - FUSIONI E SCIOGLIMENTO DELL’ASSOCIAZIONE

ART. 36 - DISPOSIZIONI FINALI

 

 

 

Statuto dell’Associazione

 

Statuto in vigore

Lo Statuto attualmente in vigore è stato registrato a Lucca il giorno 5 Febbraio 2020 (numero 273, serie n. III,), a seguito delle modifiche apportate dall'Assemblea straordinaria dei soci di A.L.I. svoltasi a S. Antonio di Pavullo (MO) in data 23 Novembre 2019.

 

ART. 1 - Costituzione

È costituita senza scopo di lucro una libera associazione, apolitica, apartitica e religiosamente indipendente, di carattere nazionale tra professionisti in seguito definiti, denominata ASSOCIAZIONE LOGOSINTESI® ITALIA (in seguito denominata “ALI”) con sede legale in Via Pacini, 5, Capannori (LU).

 

ART. 2 - Titolo e sedi

L’associazione ha sede nazionale in Capannori, Via Pacini, 5 (Lucca). L’associazione, inoltre, deve istituire sedi: secondarie, regionali, periferiche, filiali e rappresentanze, tutte dipendenti dalla sede nazionale. Alla data di approvazione del presente Statuto, le sedi regionali sono, per l’Emilia Romagna: Via Poliziano, 26 - S. Antonio di Pavullo n,f,(MO). Per il Friuli Venezia Giulia: Servizi Di Informatica Srl, Largo delle Grazie, 11, 33100 – Udine. L'associazione è disciplinata dagli articoli 36, 37 e 38 del Codice Civile. L'associazione deve essere condotta in almeno due lingue (italiano/inglese), con lo Statuto in lingua italiana che è considerato giuridicamente vincolante.

ART. 3 - Scopo e oggetto dell’associazione

ALI è un'associazione professionale di categoria fra professionisti dello sviluppo nell’ambito della Consulenza Essenziale ed andragogica, su temi relativi al concetto di energia vitale, Senso – logos, dal greco - ed essenza; è regolamentata dal presente statuto, dal codice deontologico dal regolamento interno. L'associazione è a tempo indeterminato ed è libera di associarsi, consorziarsi con altri associazioni ed enti di carattere internazionale e nazionale; di affiliare e riconoscere associazioni e/o programmi e/o docenti di associazioni ed enti nazionali ed internazionali.

ALI sostiene il progresso della conoscenza di Logosintesi, così come la diffusione e l'accettazione di questo approccio, metodo, disciplina, sistema le cui peculiarità sono i concetti di Energia vitale e di Essenza. L’Associazione ALI non persegue finalità di lucro e si propone i seguenti scopi:

  1. Intende favorire la diffusione e lo sviluppo di una disciplina di insegnamento e consulenza alla persona, fondata sul principio dell’essenza e dell’energia vitale, attraverso il mantenimento e la certificazione di un percorso formativo dedicato. La disciplina cui il Consulente Essenziale fa riferimento, a titolo non esclusivo né vincolante, si chiama Logosintesi; altre discipline basate sul concetto di energia vitale, essenza, anima, vibrazione e spirito sono contemplabili nello scopo e nell’oggetto di ALI.

  2. Relativamente alla disciplina della Logosintesi, ALI sviluppa e aggiorna i regolamenti di certificazione, i manuali per la Formazione e la certificazione nel processo di formazione e supervisione per la consulenza in Logosintesi, e ne garantisce il rispetto, in accordo con LIA (Logosynthesis International Association).

  3. Rilascia gli attestati ai Consulenti Essenziali, dopo averne verificato i requisiti di formazione ed istruzione;

  4. Rilascia gli attestati ai soci che rispondono alle figure già esistenti sul territorio italiano, ad oggi nominate “Operatori di Logosintesi”, sia di livello base che di livello Master, compresi i Mentori, i Supervisori e i Trainer (questi ultimi in accordo con i regolamenti e con LIA). Esamina la qualità dei corsi di Logosintesi (contenuti e metodi) e sviluppa le linee guida per la formazione sia di neofiti che di specialisti, in accordo con LIA.

  5. Compila linee guida su questioni etiche e professionali e regolarmente riflette sulla comprensione del modello, del metodo e della filosofia di Logosintesi.

  6. Promuove, tutela e protegge la pratica di Logosintesi in Italia e nel mondo. Promuove il continuo sviluppo di Logosintesi e offre un forum per lo sviluppo di nuovi metodi, in accordo con LIA. Supporta individui, gruppi, e istituti di formazione nelle loro attività correlate a Logosintesi, in contesti nazionali ed internazionali. Fornisce servizi relativi a Logosintesi a chiunque ne faccia richiesta, in accordo con LIA.

  7. Segue i recenti sviluppi nella teoria e nella pratica e fornisce informazioni su questi sviluppi all'interno dell'associazione e, come richiesto, anche per il grande pubblico.

  8. Rilascia ai propri iscritti un attestato di qualità e di qualificazione dei servizi ai sensi dell’art. 4 della Legge 14 gennaio 2013, n° 4 e successive modifiche.

  9. Tutela la specifica attività svolta dai soci professionisti.

  10. Riconosce specifici iter formativi secondo gli standard definiti al punto b) del presente comma.

  11. Realizza la costituzione di un elenco di professionisti in possesso dei requisiti previsti dall’associazione.

  12. Definisce l’obbligo per i soci di procedere all’aggiornamento permanente nonché di prevedere idonei strumenti di verifica che accertino l’effettivo adempimento di tale obbligo.

  13. Per l’iscrizione dei soci realizza specifico iter di verifica in ingresso dei requisiti dei candidati.

  14. Realizza con cadenza periodica la verifica dei requisiti in possesso dei singoli soci finalizzata a mantenere lo status stesso di socio.

  15. Si occupa di mantenere ed elevare le competenze e gli standard etici della professione di Consulente Essenziale, tutelare l’utenza attraverso un monitoraggio ed una puntuale valutazione delle capacità professionali degli associati.

  16. Attesta e riconosce specifici percorsi individuali e di gruppo, processi a carattere formativo, formazione per formatori, processi educativi pedagogici, andragogici e di apprendimento che siano basati sull'attività di conoscenza, coscienza e sperimentazione nonché la facilitazione dell’attività di formazione, sperimentazione e conoscenza a distanza (e-learning).

  17. Offre attività di formazione e aggiornamento professionale per nuove figure professionali anche attraverso collaborazioni esterne inerenti allo scopo.

  18. Organizza e svolge manifestazioni, convegni, congressi, dibattiti, seminari il cui obiettivo sia la diffusione e il raggiungimento dei propri scopi statutari.

  19. Realizza pubblicazioni editoriali e non, finalizzate al raggiungimento dei propri scopi statutari.

  20. Favorisce una pratica di riconoscimento del proprio campo socio-energetico, morfogenetico e di coscienza, consapevolezza ed energia - risorse individuali e di gruppo - e l'utilizzo di elementi ad essi appartenenti e riconosciuti dall’individuo o dagli individui al fine di favorire lo sviluppo e la messa in pratica di un processo di elevazione culturale, umana e spirituale.

  21. Favorisce lo sviluppo della pratica, dell’accoglienza, dell'empatia e della congruità dell’individuo e tra individui; il riconoscimento delle proprie passioni, attitudini, talenti e la conseguente pratica al fine di generare naturalmente nuove interazioni e favorire una nuova Organizzazione-strutturazione della propria vita.

  22. Garantisce il corretto esercizio della professione da parte dei Soci anche attraverso l’adozione di uno specifico Codice Deontologico;

  23. Ogni altro intento mirato allo sviluppo e alla diffusione di quanto sopra esposto.

 

ART. 4 - Strumenti, compiti e azioni

4.1. Comunicazione

  • Mantiene un costante rapporto di comunicazione, aggiornamento e scambio di informazioni con la LIA per quanto concerne le attività strettamente connesse alla disciplina della Logosintesi. Garantisce la comunicazione tra i professionisti di Logosintesi.
  • Gestisce una piattaforma di scambio on-line, in primo luogo per i soci, ma anche come piattaforma di informazioni per tutte le persone interessate a Logosintesi, ivi compreso il servizio di sportello al pubblico.

 

4.2. Sito web

L’associazione, inoltre, predispone un sito web che evidenzi:

  • Atto costitutivo e Statuto,

  • precisa identificazione delle attività professionali cui l’associazione si riferisce,

  • composizione degli organismi deliberativi e titolari delle cariche sociali,

  • struttura organizzativa dell’associazione,

  • requisiti per la partecipazione all’associazione con particolare riferimento ai titoli di studio relativi alle attività professionali oggetto dell’associazione,

  • l’obbligo degli appartenenti di procedere all’aggiornamento professionale costante e alla predisposizione di strumenti idonei ad accertare l’effettivo assolvimento di tale obbligo e all’indicazione della quota da versare per il conseguimento degli scopi statutari,

  • assenza di scopo di lucro,

  • codice di condotta con la previsione di sanzioni graduate in relazione alle violazioni poste in essere e l’organo preposto all’adozione dei provvedimenti disciplinari dotato della necessaria autonomia,

  • elenco degli iscritti aggiornato annualmente,

  • sedi dell’associazione sul territorio,

  • presenza di una struttura tecnico scientifica dedicata alla formazione permanente degli associati, in forma diretta o indiretta,

  • garanzie attivate a tutela degli utenti, tra cui la presenza, i recapiti e le modalità di accesso allo sportello,

  • un registro degli specialisti e delle istituzioni di Logosintesi riconosciuti e mette questo registro a disposizione del pubblico,

  • amministra un database, ed altre forme di archiviazione, dal quale i membri possono ottenere contenuti multimediali.

 

4.3. Organizzazione e amministrazione

  • ALI si avvale di contratti separati per gestire la collaborazione con LIA e il fondatore di Logosintesi.
  • Amministra le finanze e incassa i contributi dei soci, raccoglie le licenze e le quote, effettua i pagamenti compensativi, fornisce i conti degli stessi.

Inoltre ALI si prefigge di utilizzare tutti gli strumenti consentiti, che ne permettano la realizzazione sociale e che vengono individuati, al momento, nell’elenco sottostante:

  1. formazione, e-learning, anche a distanza attraverso ogni possibile strumento multimediale consentito;

  2. Ateliers, mostre, convegni, congressi, seminari, workshop, fiere, laboratori creativi, circoli di studio, di narrazione e di lettura;

  3. sviluppo di percorsi di Consulenza, Supervisione, Mentoring, Training nella relazione e di orientamento all’obiettivo, individuali e di gruppo, formazione di formatori, corsi di formazione, aggiornamento a personale della scuola pubblica e privata di tutti i gradi, compreso personale “non docente”;

  4. supervisioni e verifiche della congruenza applicativa dei principi e delle pratiche di Logosintesi, corsi rivolti ad enti pubblici e privati, eventi pubblici;

  5. ogni attività che sia comunque inerente allo sviluppo del potenziale umano attraverso l’approfondimento di Logosintesi e discipline coerenti con l’oggetto e lo scopo sociale;

  6. per il raggiungimento delle sue finalità, l'Associazione ALI si propone di collaborare con enti pubblici o privati, nazionali e internazionali, movimenti o associazioni europei ed extraeuropei, in accordo con LIA;

 

4.4. Chiusura esercizio

ART. 7 Il primo esercizio si chiuderà in data 31/01/2020. I successivi esercizi hanno inizio il 1° gennaio e si chiudono il 31 dicembre di ogni anno.

 

ART. 5 - Collaborazione con altre associazioni

ALI ha facoltà di consorziarsi e/o associarsi con altre Associazioni, Enti, organismi nazionali e Internazionali che perseguano scopi compatibili. Per il perseguimento dei fini istituzionali, ALI si avvale prevalentemente delle attività prestate in forma volontaria, libera e gratuita dei propri associati, ai quali possono essere unicamente rimborsate dall'associazione le spese effettivamente sostenute per l'attività prestata, entro limiti preventivamente stabiliti. In caso di particolare necessità, ALI può assumere lavoratori dipendenti o avvalersi di prestazioni di lavoro autonomo, anche ricorrendo ai propri associati (L.R. 42/2002, Art. 6 comma 1).

 

ART. 6 - Codice etico e deontologico

L’associazione ALI è dotata di codice etico - deontologico.

 

ART. 7 - Svolgimento delle attività

ALI è libera di svolgere la propria attività nelle proprie sedi scelte e in qualsiasi altro luogo diverso dalle medesime su territorio regionale, nazionale ed internazionale. Deve dotarsi di sedi regionali e/o distaccate e il loro funzionamento è definito da apposito Regolamento approvato dall’Assemblea, in accordo con LIA.

 

ART. 8 - Soci dell’Associazione ALI

1. Il numero dei Soci di ALI è illimitato. Possono aderire soltanto i soci maggiorenni, che abbiano conseguito idonei titoli professionali così come definiti dall’associazione attraverso l’emanazione di specifici regolamenti interni e abbiano superato l’esame di valutazione professionale promosso da ALI. I soci sono così classificati:

  • Consulente Essenziale, (Operatori Certificati LIA, istruttori di Logosintesi)

  • CE Advanced (Master Practitioner, Supervisor, Mentor)

  • CE Trainer di Logosintesi,

che hanno completato un iter di formazione in Logosintesi e/o materie affini, in conformità con i regolamenti interni di ALI. Mediante apposito protocollo di intesa con LIA, verranno determinate le abilitazioni riconosciute (equipollenti o parificabili) per professionisti in possesso di specifici percorsi formativi provenienti da altri indirizzi.

2. Il Consulente Essenziale è il professionista che si identifica attraverso il possesso di idonea formazione – così come definita da LIA in accordo con ALI, attraverso l’emanazione di regolamenti interni – e il superamento, previa domanda, dell’esame di valutazione delle competenze professionali finalizzato all’iscrizione al registro soci di ALI.

3. Il Consulente Essenziale Advanced è il professionista che si identifica attraverso il conseguimento del Livello Master in conoscenza e pratica in Logosintesi, e materie affini, secondo quanto stabilito dai curricula formativi e dai regolamenti di LIA in accordo con ALI, e può dimostrare l’esercizio dell’attività professionale in via prevalente e/o continuativa. Può anche dimostrare uno specifico percorso formativo volto ad acquisire idonea capacità e competenza per espletare il ruolo di supervisore nonché di mentore.

4. Il Consulente Essenziale Trainer è il professionista che si identifica attraverso il conseguimento del Livello Trainer in conoscenza e pratica in Logosintesi, e materie affini, secondo quanto stabilito dai curricula formativi e dai regolamenti di LIA in accordo con ALI, e può dimostrare di svolgere attività di formazione didattica in percorsi finalizzati all’insegnamento della Logosintesi nonché dimostrare l’esercizio dell’attività professionale in via prevalente e/o continuativa nei termini stabiliti dai regolamenti interni.

5. L’ammissione dei soci avviene su apposita domanda degli interessati. L’accettazione delle domande è deliberata dal Consiglio direttivo. Le iscrizioni decorrono dal momento in cui la domanda è accolta.

 

ART. 9 - Diritti e doveri dei soci
I diritti di partecipazione all’associazione non sono trasferibili. Le somme versate a titolo di quota associativa non sono rimborsabili, rivalutabili e trasmissibili. I soci che comunque abbiano cessato di appartenere all’associazione non hanno alcun diritto sul patrimonio della stessa. Tutti i soci hanno il diritto:

  • di partecipare all'Assemblea Generale Annuale e di ricevere regolarmente informazioni sulle innovazioni e gli sviluppi nella Logosintesi.

Tutti i soci hanno il diritto di voto, ricevono supporto attraverso l’informazione sui servizi e sui corsi che offrono.

Tutti i soci sono tenuti a:

  • sostenere e rispettare fedelmente gli interessi dell'associazione; mantenere gli standard qualitativi indicati ed i princìpi etici; impegnarsi regolarmente per ogni ulteriore sviluppo personale, in modo da rimanere aggiornati;

  • adempiere puntualmente agli obblighi finanziari, in particolare al pagamento dell’iscrizione come soci.

 

Art. 10 Quota associativa
La quota associativa è volta a coprire le spese di gestione e di mantenimento, le attività formative culturali presentate nel corso della vita dell’Associazione. Tale quota è intrasmissibile e non è rimborsabile. Il mancato versamento della quota associativa annuale comporta il decadimento dello status di socio. La quota può variare di entità a seconda delle decisioni del Consiglio Direttivo.

ART. 11 - Soci onorari

Sono soci che per particolari attività e o riconoscimenti ottenuti a livello nazionale ed internazionale rivestono una particolare importanza per la vita di ALI. Non pagano la quota sociale, nessuna quota integrativa, non hanno diritto di elettorato. Possono partecipare al Comitato Didattico e Scientifico.

 

ART. 12 - Ammissione, dimissioni e esclusione dei soci

Tutte i soci diventano automaticamente membri attivi con il pagamento della quota di adesione. Dopo averne fatta esplicita richiesta mediante la presentazione di una domanda che il Consiglio Direttivo o, in mancanza o su conferimento, il Comitato Didattico e Scientifico prenderà in esame. Il Consiglio Direttivo decide in merito all'ammissione o al rifiuto di nuovi soci. L’accoglimento o la reiezione della domanda da parte del suddetto consiglio, sarà comunicata direttamente al socio attraverso posta ordinaria, e-mail o altra forma di comunicazione comunque formale. Le dimissioni da ALI sono possibili con un preavviso di un mese al termine di ogni anno solare. Il Consiglio Direttivo può escludere i soci che:

  • contravvengono agli interessi dell'associazione in più occasioni nonostante gli avvertimenti;

  • non riescono più a (o non sono più in grado di) soddisfare gli standard qualitativi prescritti e descritti negli appositi regolamenti interni;

  • non sono in grado di soddisfare i loro obblighi finanziari.

 

ART. 13 - Decadenza dei soci

I soci terminano automaticamente di appartenere ad ALI per i seguenti motivi:

  1. in caso di mancato rinnovo dell’adesione, per morosità protrattasi per più di 60 (sessanta) giorni dalla data di scadenza fissata per effettuare il versamento richiesto;

  2. in caso di espulsione deliberata dalla maggioranza assoluta del Comitato Didattico Scientifico pronunciata nei confronti del socio che commetta azioni disonorevoli dentro o fuori di ALI o che, con la sua condotta, costituisca un ostacolo al buon andamento degli scopi sociali.

 

ART. 14 - Organi sociali

Gli organi permanenti dell’associazione sono:
- Assemblea Generale dei Soci (AGS)
- Il Presidente

- Il Vice Presidente

- Il Segretario

- Il Tesoriere

- Consiglio Direttivo

- Comitato Didattico e Scientifico

 

Ulteriori organi dell'associazione:

- Gruppi temporanei di progetto

- Collegio dei probiviri

 

ART. 15 - L’Assemblea generale dei Soci

L'Assemblea generale dei soci (di seguito indicata con la sigla AGS) è l'organo supremo dell'associazione; è convocata in sessioni ordinarie almeno una volta all’anno e in sessioni straordinarie. Un’assemblea straordinaria può essere convocata dal Consiglio Direttivo ad unica decisione o su richiesta di almeno il 20% dei soci. Potranno prendere parte alle Assemblee ordinarie e straordinarie solo i soci che saranno in regola con il pagamento delle quote sociali. Ogni socio potrà rappresentare gli altri soci in sede assembleare fino ad un massimo di 2 (due) deleghe di soci non presenti all’Assemblea. L'Assemblea deve essere convocata dal Consiglio Direttivo almeno una volta l’anno, per l'approvazione dei bilanci, entro quattro mesi dalla chiusura dell’esercizio sociale, come previsto dall’art. 2364 comma 2 del CC. Nella Assemblea Ordinaria oltre approvazione del bilancio consuntivo, si andrà ad approvare anche il bilancio preventivo nonché la relazione sull’attività svolta e su quella programmata per l’esercizio successivo.

L’Assemblea Nazionale ordinaria e straordinaria è presieduta dal Presidente dell’associazione o, in sua assenza, dal Vicepresidente. L'Assemblea ha i seguenti compiti e responsabilità:

  • Elezione del Consiglio Direttivo, del Presidente, e dei revisori. Gli appuntamenti sono scaglionati in cinque anni, come regola. Le elezioni si svolgono ogni anno, con una quota dei membri del Comitato esecutivo che possono essere neo-eletti o rieletti su base annua.

  • Approvazione del bilancio e fissazione dei contributi annuali.

  • Approvazione di risoluzioni sulla Direzione generale e le proposte dei membri.

  • Approvazione di risoluzioni sulle variazioni dello statuto.

L'Assemblea approva le sue risoluzioni e conduce le sue elezioni a maggioranza semplice dei voti espressi. Il presidente detiene il voto decisivo in caso di situazioni stagnanti. Le proposte di variazione dello Statuto sono valide solo con l'approvazione di 2/3 (due terzi) dei voti dei membri partecipanti. L’Assemblea ordinaria e straordinaria delibera con voto palese. Per l’elezione delle cariche sociali è previsto il voto segreto. Le deliberazioni sono prese a maggioranza e di esse sarà redatto verbale.

 

ART. 16 - Convocazione dell’Assemblea Generale dei Soci (AGS)

Il presidente comunica la convocazione dell’Assemblea mediante pubblicazione del relativo avviso di convocazione sulla bacheca del sito web con almeno 4 (quattro) settimane di anticipo. La convocazione dell’Assemblea potrà essere richiesta dai 2/3 (due terzi) dei soci, che potranno proporre l’ordine del giorno. In tal caso la stessa dovrà essere convocata entro 30 (trenta) giorni dal ricevimento della richiesta. Tutti i membri attivi possono presentare proposte di punti da inserire nell'ordine del giorno, non oltre tre settimane prima della AGS. Le Assemblee, potranno essere svolte anche a distanza, in video conferenza, fuori dalla sede sociale con modalità definite dal Consiglio Direttivo. Elementi comunque essenziali della validità dell’assemblea sono: la stesura del verbale; la lettura ed approvazione dello stesso da parte dei soci.

 

ART. 17 - Validità Assembleare

Sia l’Assemblea ordinaria che straordinaria saranno valide in prima convocazione con la presenza della metà più uno dei soci. In seconda convocazione, l’Assemblea è regolarmente costituita qualunque sia il numero dei soci presenti in assemblea. In entrambi i casi si delibera a maggioranza dei presenti, salve le ipotesi di maggioranze superiori previste dalla legge e/o dal presente statuto.

 

ART. 18 - Competenze dell’Assemblea Generale dei Soci ordinaria

All’Assemblea Generale dei Soci in forma ordinaria spettano le seguenti prerogative:

  1. Discutere, deliberare e approvare i bilanci consuntivi e preventivi e le relazioni del Consiglio di Presidenza Nazionale.

  2. Eleggere i membri del Consiglio Direttivo, i membri del Collegio dei Probiviri e i membri del Collegio dei Revisori dei Conti, qualora richiesto

  3. Fissare, su proposta del Consiglio Direttivo, le quote di iscrizione annuali.

  4. Ogni altro argomento non riconducibile alla competenza degli altri organi di sodalizio e non espressamente riservato alla competenza dell’Assemblea Generale in forma straordinaria.

 

ART. 19 - Competenze dell’Assemblea Generale dei Soci straordinaria

All’Assemblea Nazionale straordinaria spettano le seguenti prerogative:

  1. Modifiche statutarie.

  2. Incorporazione, fusione o scissione dell’associazione con altre strutture associative analoghe e nel rispetto delle vigenti normative che la regolamentano.

  3. Scioglimento dell’associazione, nomina dei liquidatori e destinazione del patrimonio sociale.

 

ART. 20 - Consiglio Direttivo

È composto da un minimo di 3 (tre) ad un massimo di 5 (cinque) persone. In caso di parità decisionale prevale il voto del Presidente. Il Consiglio Direttivo rimane in carica 5 (cinque) anni e i soci che lo compongono sono rieleggibili. Le delibere vanno adottate in conformità a quanto definito nel presente statuto e a maggioranza relativa per le questioni ordinarie. I compiti del Consiglio Direttivo sono:

  • Attuare le finalità previste dallo statuto.

  • Si riunisce una volta l’anno, su richiesta del Presidente e su richiesta degli altri consiglieri, stabilisce e mantiene i regolamenti. Non è ammessa la delega di voto.

  • Deliberare sulle domande di ammissione dei soci.

  • Stabilire le quote annuali associative e le quote integrative per i “Soci.

  • Convocare le assemblee ordinarie e straordinarie determinandone l’ordine del giorno.

  • Organizzare l'Assemblea Generale dei Soci annuale (AGS).

  • Dirigere le attività ordinarie dell'associazione.

  • Eleggere al suo interno il Presidente, il Vicepresidente, il Tesoriere e il Segretario e le cariche possono essere cumulabili.

  • Decidere in maniera sovrana su tutte le questioni della vita di ALI e attuare le finalità previste dallo statuto.

  • Redigere il bilancio preventivo e quello consuntivo da sottoporre all’Assemblea e curare gli affari di ordinaria e straordinaria amministrazione (con esclusione dei compiti dell’Assemblea).

  • Promuovere attività sociali, culturali e ricreative.

  • Redigere i regolamenti interni di ALI, anche in accordo con LIA e promuove attività sociali, culturali e ricreative.

  • Nominare i collaboratori a cui ALI potrà, periodicamente e per singola attività, rivolgersi, come, a titolo di esempio, insegnanti, formatori, supervisori e consulenti per l’espletamento di alcune attività specifiche.

  • Adottare provvedimenti disciplinari necessari su indicazioni del Collegio dei probiviri.

Tutti i soci sono eleggibili per l'elezione al Consiglio Direttivo. Il Presidente viene eletto attraverso l'Assemblea.

 

ART. 21 - Il Presidente

Il Presidente è responsabile del coordinamento dell'associazione e della pianificazione strategica, così come è anche garante dell'efficienza operativa a tutti i livelli. Il Presidente di ALI:

  • ha potere di delega, dirige l’associazione ed ha il compito di realizzare e dirigere le attività previste e votate dal Consiglio Direttivo o dall'Assemblea dei soci; al Presidente spetta la rappresentanza legale dell’associazione di fronte ai terzi e anche in giudizio; egli può anche conferire ad altri soci il potere di stipulare atti o contratti in nome dell'associazione, delegandoli in tal senso attraverso atto deliberativo del Consiglio Direttivo;

  • vigila e cura che siano attuate le delibere del Consiglio Direttivo e dell’Assemblea; provvede all'osservanza delle disposizioni statutarie ed alla disciplina sociale, in collaborazione con gli organi stabiliti dal presente statuto e secondo le modalità definite nei regolamenti interni;

  • in tutti i casi in cui l’Assemblea non delibera per parità di votazione, il voto del Presidente vale doppio;

  • rimane in carica per la stessa durata del Consiglio Direttivo e può essere rieletto alla carica;

  • convoca l’Assemblea e ne dà avviso mediante pubblicazione sulla bacheca del sito web.

 

ART. 22 - Delibere

Le delibere del Consiglio Direttivo e dell’Assemblea devono contenere la firma del Presidente.

 

ART. 23 - Il Vice-Presidente

Sostituisce il Presidente in caso di sua assenza o impedimento e in quelle mansioni nelle quali venga espressamente delegato.

 

ART. 24 - Il Segretario

Il Segretario è eletto e nominato dal Consiglio Direttivo:

  1. collabora all’esecuzione delle decisioni assunte dal Consiglio Direttivo e alla gestione dell'Associazione, in stretta collaborazione con il Presidente;

  2. redige i verbali del Consiglio Direttivo e dell’Assemblea tenendo in ordine e gestendo i rispettivi verbali;

  3. attende alla corrispondenza.

 

ART. 25 - Il Tesoriere

Il Tesoriere cura l’amministrazione e tiene i libri contabili, riscuote le entrate, provvede alle spese di ALI da pagarsi tramite mandato del Consiglio Direttivo, adempie agli oneri e ai doveri di legge quali, a titolo di esempio, adempimenti fiscali e amministrativi anche presso professionisti incaricati.

 

Art. 26 – Comitato Didattico e Scientifico

Il Comitato Didattico e Scientifico è un organo consultivo del Consiglio Direttivo ed ha il compito di promuovere attraverso le idee e le attività dei propri membri ricerche, studi, convegni, tecniche, procedure e seminari al fine di valorizzare le iniziative dell’associazione. Possono far parte del Comitato Scientifico tutti i soci di cui all’articolo 8, comma 1 del presente Statuto nonché soggetti esterni all’associazione, purché abbiano riconosciuti meriti tecnico-scientifici nel campo della consulenza, della didattica e dell’insegnamento. I componenti del Comitato Scientifico devono sottoscrivere impegno di riservatezza. Il Comitato Didattico e Scientifico:

  • è responsabile della revisione delle domande di riconoscimento di corsi di formazione, del monitoraggio dell'attuazione del sistema di sviluppo e di garanzia della qualità dei servizi prestati.

  • Ordina le misure necessarie quando gli standard non sono rispettati.

  • Ha il compito di promuovere e sovraintendere alla congruenza dei processi didattici con i criteri fondanti, monitorando la formazione permanente dei soci.

  • Prende decisioni indipendenti nel rispetto dei regolamenti.

I membri del Comitato sono proposti e votati all’unanimità dal Consiglio Direttivo. I membri del Consiglio Direttivo possono essere eletti nel Comitato Didattico e Scientifico. Il Presidente del Comitato può coincidere con il Presidente di ALI. Il Comitato Didattico e Scientifico è composto da un numero massimo di 5 (cinque) membri nominati per un triennio dal Consiglio Direttivo. Il Comitato Didattico e Scientifico, altresì, propone e dà pareri a proposito dell’attività di ricerca scientifica che ALI promuove e realizza nell'ambito dei propri scopi istituzionali, anche in accordo con LIA. Alle riunioni del Comitato può partecipare anche il Presidente di ALI. Le riunioni del Comitato possono essere svolte anche a distanza, e in forma telematica, nelle modalità che saranno definite dal Consiglio Direttivo. Dal verbale della riunione, dovranno, risultare:

  • l’Ordine del Giorno,

  • i tempi di apertura e chiusura della riunione del Comitato,

  • le decisioni assunte,

  • l’archiviazione di voto degli atti approvati o meno.

 

ART. 27 - Collegio Nazionale dei Probiviri

Il Collegio Nazionale dei Probiviri è composto da 3 (tre) membri effettivi più 2 (due) supplenti.

  • Possono eleggere i membri del Collegio Nazionale dei Probiviri tutti i soci di cui all’articolo 8, del presente Statuto.

  • Il Collegio Nazionale dei Probiviri giudica secondo equità.

  • I membri del Collegio Nazionale dei Probiviri durano in carica 4 (quattro) anni e sono rieleggibili per altri 2 (due) mandati consecutivi.

  • Il Collegio Nazionale dei Probiviri, in prima seduta, elegge al proprio interno il Presidente.

  • Il Collegio decide sulle eventuali controversie che potranno sorgere fra i soci o fra questi e l’associazione o i suoi organi secondo quanto previsto dai regolamenti interni.

 

Art. 28 - Altre commissioni e gruppi di progetto

Il Consiglio Direttivo ha la facoltà di convocare ulteriori commissioni (termine illimitato) o gruppi di progetto (tempo determinato) per gestire le attività su base indipendente, anche in accordo con LIA.

 

ART. 29 - Clausola compromissoria

Tutte le controversie tra ALI e i suoi soci, nonché tra soci stessi, in relazione al presente statuto, sono sottoposte ad un collegio arbitrale composto di tre elementi, nominati dal Presidente del Tribunale di Lucca. Il collegio arbitrale deciderà in via irrituale, secondo equità, senza formalità e regolando lo svolgimento del procedimento arbitrale nel modo che riterrà più opportuno, nel rispetto del principio del contraddittorio. Le parti in causa si impegnano a dare pronta e puntuale esecuzione alla decisione degli arbitri, cui sin d’ora attribuiscono la stessa efficacia vincolante della loro stessa volontà contrattuale.

 

ART. 30 - Patrimonio e raccolta fondi

I mezzi, i beni e le entrate dell’associazione sono costituiti dalle quote associative dei soci determinate annualmente dal Consiglio Direttivo; dai contributi di Enti o Associazioni; dai contributi personali di soci e/o singoli privati; dai proventi delle varie attività organizzate da ALI in conformità ai propri fini istituzionali; da ogni altro cespite che potrà essere conseguito nelle norme vigenti; donazioni e/o sovvenzioni.

Le uscite dell’associazione A.L.I. sono costituite da:

  1. Uscite per la gestione annuale dell’esercizio.

  2. Uscite straordinarie quali quelle destinate all’incremento dei capitali fissi e delle attrezzature nonché quelle volte ad incrementare lo stato patrimoniale dell’associazione.

 

ART. 31 - Anno sociale

L’anno sociale e l’esercizio iniziano il primo gennaio e terminano il 31 dicembre di ogni anno. I proventi dell'attività svolta non possono in nessun caso essere divisi fra gli associati, anche in forme indirette ai sensi della legge regionale 42/2002 art. 5 comma 2 lett. d. L'associazione ha l'obbligo di reinvestire l'eventuale avanzo di gestione a favore delle attività statutariamente previste ai sensi della legge regionale 42/2002 art. 5 comma 2 lett. e.

 

ART. 32 – Bilancio di esercizio

L’associazione redige il bilancio di esercizio annuale e con decorrenza dal primo gennaio di ogni anno.

 

ART. 33 - Modifiche allo statuto

Le eventuali modifiche al presente statuto dovranno essere discusse dal Consiglio Direttivo e approvate dall'Assemblea.

 

ART. 34 - Durata dell’associazione

La durata di ALI è stabilita a tempo indeterminato.

 

ART. 35 - Fusioni e scioglimento dell’associazione

La fusione con altre associazioni e lo scioglimento di ALI sono deliberati previo parere favorevole del Consiglio Direttivo con verbale dell'assemblea approvato da almeno i due terzi dei soci iscritti. L’approvazione secondo le norme sopra descritte deve avvenire sia in prima che in seconda convocazione.

In caso di scioglimento, cessazione o estinzione, dopo la liquidazione, il patrimonio residuo dovrà essere devoluto a fini di utilità sociale ai sensi e nel rispetto della legge regionale 42/2002 art. 5 comma 2 lett. j.

 

ART. 36 - Disposizioni finali

Logosintesi® è un marchio registrato che appartiene al suo fondatore, il Dr. Willem Lammers. L’uso di questo marchio da parte dell’Associazione è esposto in un accordo contrattuale. Il simbolo ® non deve essere ripetuto nel testo dello statuto. Queste norme sono state approvate durante la costituzione del presente statuto, in accordo con LIA, ed entrano in vigore con effetto immediato. Per tutto quanto non previsto dal presente statuto si rinvia alle norme del codice civile.

 

Letto, approvato e sottoscritto in S. Antonio di Pavullo (MO) il 23/11/2019.