Off Canvas

 

Per iscriversi ad ALI 2020

Per effettuare l'iscrizione ad ALI per l'anno 2020 è necessrio compilare una domanda di ammissione

Verbale di Assemblea straordinaria ALI 

 

Associazione Logosintesi Italia

S. Antonio di Pavullo, sabato 23 Novembre 2019

 

Sommario

 

  • Introduzione e conteggio dei soci

  • Lettura dell’ordine del giorno

  • Introduzione alla figura del Consulente Essenziale

  • Attestato di Competenza Professionale nella Consulenza in Logosintesi

  • Art. 5 – Rilascio dell’attestato

  • Lettura del nuovo statuto di ALI

  • Sedi Regionali di ALI

  • Pubblicazione dei libri a nome ALI

  • Elezione del Consiglio Direttivo relativo al nuovo Statuto ALI

  • Candidati alla carica di consiglieri

  • Candidatura per la costituzione del Comitato Didattico Scientifico

  • Art. 26 – Comitato Didattico e Scientifico

  • Nuova definizione del rapporto tra ALI e LIA

  • Aspetti fiscali

  • Aspetti assicurativi

  • Aspetti legali

 

Introduzione e conteggio dei soci

L’assemblea straordinaria dei soci ALI si svolge in S. Antonio di Pavullo (MO), presso lo studio di Naturopatia di Edda Caselli, ha inizio alle ore 15:05.

Edda assume la carica di segretario d’assemblea alla presenza dei soci indicati di seguito; viene specificato che i soci ALI alla data del 23/11/2019 sono 32 (i cui nomi vengono elencati ad apertura dei lavori).

Sono presenti in sala 7 soci con diritto di voto, 5 soci attraverso delega scritta (con diritto di voto) Sono inoltre presenti 6 soci che non esercitano il diritto di voto ai sensi dell’art. 9

dell’attuale statuto di ALI:

Fabio Pierotti, conduce l’assemblea in veste di proponente e di Presidente

Lettura dell’ordine del giorno

Il Presidente apre i lavori spiegando concettualmente il motivo dell’assemblea e leggendo l’o.d.g., premettendo e ricordando che, ai sensi dell’attuale statuto, ogni socio può presentare mozioni o richieste da discutere in sede assembleare straordinaria. Si rende necessario un momentaneo distinguo: Fabio Pierotti, in questo caso in qualità di socio, espone il frutto della propria attività intellettuale al fine di chiederne l’approvazione all’assemblea di ALI.

Introduzione alla figura del Consulente Essenziale

Premesso di rappresentare, ovviamente, anche la figura del Presidente e fondatore di ALI, di essere Trainer italiano di Logosintesi e di essere promotore di questa iniziativa di cambiamento, spiega come, perché e con quale funzione è nata l’idea di creare una nuova figura di professionale atta a ridefinire il titolo dell’attuale “Operatore Certificato di Logosintesi”, legandosi di fatto alla norma della Legge 14/01/2013 n. 4.

Il Presidente si avvale di una presentazione in PowerPoint che si apre con le caratteristiche che deve possedere questa nuova figura professionale (denominata in via provvisoria “Consulente Essenziale” e da qui in poi definito CE) per poter possedere i requisiti richiesti dalla legge 4/2013.

Vengono illustrate le competenze e il ruolo del CE, i concetti di andragogia, alcune parole chiave per definire come e con quale modalità accompagna il cliente a scoprire nuovi margini di felicità e la prospettiva del cliente.

Viene mostrata e letta la cosiddetta “Sintetica descrizione dell’attività del CE” (secondo i criteri del MISE e della circolare 3708/C del 2018).

Viene concesso spazio alle domande e risposte, quindi i soci vengono invitati dal presidente a consultarsi tra loro su quanto esposto.

Alle ore 16:05 il presidente introduce l’intervento del Dr. Casari il quale, grazie alle sue competenze, chiarisce ed amplia dal punto di vista sia giuridico che umano, cosa significherà essere CE, rispetto al concetto di essenza, energia vitale, recupero e utilizzo di quei margini di felicità ancora a disposizione dell’essere umano, oltre che sottolineare l’importanza di questo passaggio cruciale di definizione professionale.

Dopo un ulteriore spazio dedicato alle domande e risposte, il Presidente chiede ai presenti aventi diritto, di esprimere il proprio voto sulla concordanza alla figura del CE delineata.

I votanti sono unanimi sul consenso alla figura del CE.

Attestato di Competenza Professionale nella Consulenza in Logosintesi

Introduzione e spiegazione dell’Art. 5 del Regolamento interno di ALI (secondo quanto previsto dall’art. 7 della L. 4/2013), che viene qui in parte riportato:

Art. 5 – Rilascio dell’attestato

I soci sono iscritti, una volta deliberato dal Consiglio Direttivo, per la loro specifica competenza e profilo professionale. Dall’analisi dei percorsi formativi effettuati e dei titoli conseguiti, il Consiglio Direttivo provvede a rilasciare al socio l’“Attestato di Competenza

Professionale nella Consulenza in Logosintesi”, in tre formule distinte a seconda del curriculum formativo del socio, con relativa iscrizione all’apposito registro dei soci ALI tramite i dati anagrafici, il numero di iscrizione, la tipologia di socio. [...].

Lettura del nuovo statuto di ALI

In linea con l’o.d.g. il presidente ne proietta il testo e inizia la lettura integrale del nuovo Statuto di ALI, redatto ai sensi della Legge 4/2013.

Il Dott. Casari risponde ancora a domande di pertinenza dell’ambito giuridico sullo statuto, proiettato e letto integralmente.

Il Presidente chiede di esprimere il voto per approvazione dello Statuto.

Esito del voto: 12 votanti (7 presenti + 5 deleghe); Statuto approvato all’unanimità.

L’assemblea dà mandato al Presidente attuale di dare esecuzione alla deliberazione assembleare, avviando gli adempimenti per procedere alla modifica statutaria.

 

È prevista una pausa (17:30 - 17:45).

 

Sedi Regionali di ALI

A ripresa dei lavori, il Presidente chiede che si voti per l’attribuzione delle due Sedi

Regionali dell’Associazione (come da circolare del MISE) oltre a quella principale che resta a Lucca, Toscana. Dunque viene proposto quanto segue:

- per l’Emilia Romagna: Via Poliziano, 26 - S. Antonio di Pavullo n,f,(MO)

- per il Friuli Venezia Giulia, Servizi Di Informatica Srl, Largo delle Grazie, 11, 33100.

Prima di passare alla votazione delle candidature di cui sopra è stato necessario simulare un preventivo e un consuntivo ipotetico di spese.

Si procede con la votazione per le sedi di Modena e di Udine: entrambe vengono approvate all’unanimità.

Pubblicazione dei libri a nome ALI

Valutata la situazione economico-patrimoniale dell’Associazione, in relazione alla pubblicazione dei libri a nome ALI, l’assemblea decide di rimandare l’iniziativa a quando la situazione economica lo potrà permettere, fermo restando il vivo interesse al progetto di traduzione dei testi di Logosintesi.

 

Elezione del Consiglio Direttivo relativo al nuovo Statuto ALI

Candidati alla carica di consiglieri

  • Andrione Angelo con carica di coordinatore della Sede Regionale del Friuli Venezia Giulia: 12 votanti – esito: 11 a favore, 1 astenuto

  • Caselli Edda, per la carica di coordinatrice della Sede Regionale dell’Emilia Romagna: 12 votanti – esito: 11 voti a favore, 1 astenuto

  • Gibellini Silvia: 12 votanti – esito: 11 voti a favore, 1 astenuto

  • Trivellato Virna, per la carica di Vice Presidente: 12 votanti – esito: 11 voti a favore, 1 astenuto

  • Pierotti Fabio, viene confermato per la carica di Presidente: 12 votanti – esito: 11 a favore, 1 astenuto. Al momento mantiene anche la funzione di Tesoriere.

Candidatura per la costituzione del Comitato Didattico Scientifico

Riportiamo di seguito il testo integrale dell’art. 26 del nuovo Statuto di ALI.

Art. 26 – Comitato Didattico e Scientifico

Il Comitato Didattico e Scientifico è un organo consultivo del Consiglio Direttivo ed ha il compito di promuovere attraverso le idee e le attività dei propri membri ricerche, studi, convegni, tecniche, procedure e seminari al fine di valorizzare le iniziative dell’associazione. Possono far parte del Comitato Scientifico tutti i soci di cui all’articolo 8, comma 1 del presente Statuto nonché soggetti esterni all’associazione, purché abbiano riconosciuti meriti tecnico-scientifici nel campo della consulenza, della didattica e dell’insegnamento. I componenti del Comitato Scientifico devono sottoscrivere impegno di riservatezza. Il Comitato Didattico e Scientifico:

  • è responsabile della revisione delle domande di riconoscimento di corsi di formazione, del monitoraggio dell'attuazione del sistema di sviluppo e di garanzia della qualità dei servizi prestati.

  • Ordina le misure necessarie quando gli standard non sono rispettati.

  • Ha il compito di promuovere e sovraintendere alla congruenza dei processi didattici con i criteri fondanti, monitorando la formazione permanente dei soci.

  • Prende decisioni indipendenti nel rispetto dei regolamenti.

I membri del Comitato sono proposti e votati all’unanimità dal Consiglio Direttivo. I membri del Consiglio Direttivo possono essere eletti nel Comitato Didattico e Scientifico. Il Presidente della Comitato può coincidere con il Presidente di ALI. Il Comitato Didattico e Scientifico è composto da un numero massimo di 5 (cinque) membri nominati per un triennio dal Consiglio Direttivo. Il Comitato Didattico e Scientifico, altresì, propone e dà pareri a proposito dell’attività di ricerca scientifica che ALI promuove e realizza nell'ambito dei propri scopi istituzionali, anche in accordo con LIA. Alle riunioni del Comitato può partecipare anche il Presidente di ALI. Le riunioni del Comitato possono essere svolte anche a distanza, e in forma telematica, nelle modalità che saranno definite dal Consiglio Direttivo. Dal verbale della riunione, dovranno, risultare:

  • l’Ordine del Giorno,

  • i tempi di apertura e chiusura della riunione del Comitato,

  • le decisioni assunte,

  • l’archiviazione di voto degli atti approvati o meno.

I nomi delle persone che si sono proposte per questo ruolo sono:

1) Andrione Angelo

2) Casari Fausto

3) Palmieri Stefano

4) Pierotti Fabio

N.B. i membri di tale comitato possono essere un massimo di 5 (cinque). Per eventuale altra candidatura, è possibile presentare richiesta al consiglio direttivo.

 

Nuova definizione del rapporto tra ALI e LIA

Al fine di favorire questa transizione da associazione culturale ad associazione professionale di categoria, ALI, nella figura del presidente, proporrà a LIA inizialmente lo 0% sulle quote soci a loro riservate, per arrivare ad offrire, magari con meccanismo progressivo, fino ad un massimo del 20%. Serve attendere novità rispetto a questa decisione.

 

Aspetti fiscali

Tutto ciò che è passibile di variazione statutaria può riguardare gli aspetti fiscali in quanto nessun chiarimento in merito a questo tipo di associazioni è stato ancora presentato in collegamento al cosiddetto “RUNTS” (Registro Unico Nazionale del Terzo Settore).

Dunque diverranno definitivi gli aspetti fiscali via via che ci sarà chiarezza legislativa ed esecutiva.

 

Aspetti assicurativi

Corre l’obbligo di contrarre apposita polizza RCT/RCO. I soci presenti delegano il Presidente ad occuparsene.

 

Aspetti legali

Ci riferiamo alle leggi regionali che potrebbero variare, sulle quali serve approfondire in opportuna sede, di volta in volta.

 

Alle ore 18:45 l’assemblea si dichiara chiusa.

Viene scattata una foto ricordo e fatto brindisi, gentilmente offerto da Edda Caselli.

 

S. Antonio di Pavullo, 23/11/2019

Il Presidente di ALI

Fabio Pierotti